Contratto “Istruzione e Ricerca”: il confronto tra sindacati e MIUR prosegue il 4 gennaio

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Contratto “Istruzione e Ricerca”: il confronto tra sindacati e MIUR prosegue il 4 gennaio

I sindacati intendono proseguire il confronto con il sottosegretario Vito De Filippo a inizio gennaio, per discutere di vari problemi riguardanti il mondo della scuola, tra cui la sentenza sui diplomati magistrali emessa dal Consiglio di Stato, e le problematiche inerenti il personale ATA.

L'incontro avverrà il 4 gennaio, come scritto nel verbale dell'incontro.

Sempre per iscritto si sottolinea che si intende lavorare per il rinnovo del contratto, a una condizione, ovvero che ci sia un aumento in media di 85 euro e che si lavori per ripristinare le prerogative negoziali su organizzazione del lavoro e orari.

L'obiettivo è condiviso dalle parti sociali, e in merito a ciò il Ministero per l'Istruzione ha inviato una nota al Gabinetto del Ministro per la Pubblica Amministrazione.

Le novità della Legge di Bilancio

Nella Legge di Bilancio sono stati accolti degli emendamenti che hanno accolto positivamente alcune richieste dei sindacati, tra cui lo stanziamento di centocinquanta milioni di euro per andare a pagare gli stipendi del personale docente aggiuntivo.

Questo comporterà che più insegnanti torneranno nelle proprie città di origine. 

Il fondo servirà anche a istituire un fondo per la contrattazione, a fare in modo che anche il personale ATA assente per lungo periodo venga sostituito.

Inoltre si vuole garantire agli assistenti amministrativi che possano accedere al concorso per DSGA, a prescindere dal tipo di titolo posseduto, e la garanzia di un'assunzione di chi da anni opera con contratti di collaborazione nelle segreterie scolastiche.

I sindacati considerano quanto emerso dal confronto in atto come “un primo positivo avvio di un percorso che a partire dal rinnovo del contratto dovrà proseguire in prospettiva attraverso scelte politiche coerenti di rafforzato investimento nei settori dell’istruzione, dell’università e della ricerca e di adeguata valorizzazione delle professionalità operanti nel comparto”.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio