Vademecum sul contratto dei supplenti: cosa bisogna sapere

-
Scopri di più sulla domanda di messa a disposizione
Vademecum sul contratto dei supplenti: cosa bisogna sapere

È il Dirigente Scolastico che nomina il docente per la supplenza. Ovviamente, la nomina avviene in base ai posti vacanti e disponibili. Il tipo di contratto dei supplenti dipende dal tipo di supplenza. A tal proposito abbiamo:

  • Supplenze annuali
  • Supplenze sino al termine delle attività didattiche
  • Supplenze per le ore di insegnamento che non concorrano a costituire cattedre o posti orario (spezzoni pari o inferiori le 6 ore)
  • Supplenze "fino all’avente titolo"
  • Supplenze fino alle "esigenze di servizio"
  • Supplenze temporanee (sino al termine delle lezioni stabilito dal calendario scolastico regionale) per la copertura dei posti che si rendono disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre
  • Supplenze brevi

Contratto supplenti: i dettagli

Il tipo di contratto può essere fino al 31/08. Si tratta di una supplenza annuale. In genere vengono assegnate agli iscritti nelle GaE entro il 31/12. Può accadere che le corrispondenti graduatorie siano già esaurite, quindi la competenza spetterà al Dirigente Scolastico. Quest’ultimi dovranno utilizzare le graduatorie di circolo e di istituto (a partire dalla I fascia).

Contratto fino al 30 giugno. Si tratta di una supplenza fino al termine delle attività didattiche per posti disponibili in organico di fatto entro il 31/12. Il titolare, a differenza del contratto fino al 31/08, c’è però si assenta prima del 31/12 per tutto l’anno scolastico. Anche qui, se la corrispondente graduatoria provinciale si esaurisce, la nomina aspetterà al DS.

Spezzoni pari o inferiore alle 6 ore. Queste supplenze non fanno parte del piano di disponibilità provinciale da ricoprire in base allo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento, ma sono di competenza della scuola, dove si individua la disponibilità di tali spezzoni di insegnamento.

Contratto per supplenze fino all’avente titolo. Si tratta di incarichi di supplenza conferiti in modo temporaneo, attendendo di conferire la cattedra all’avente titolo, con scadenza non oltre l'ultimo giorno di lezione che è deciso dal calendario della regione. In genere quando viene assegnata è perché le graduatorie non sono ancora pronte.

Contratto per supplenze fino ad esigenza di servizio. Si tratta di supplenze brevi e saltuarie necessarie ad assicurare il servizio scolastico. Viene effettuata nel caso in cui manchi la disponibilità dei docenti già in servizio nella stessa scuola.

Contratto con supplenze temporanee dopo il 31 dicembre. Si tratta di supplenze che vengono assegnate dopo il 31/12. Queste supplenze possono avere durata fino all’ultimo giorno di lezione, indicato dal calendario scolastico regionale e non il 30/06 o 31/08.

Supplenze brevi. In questo caso il DS, dopo essersi accertato che manchi personale interno per poter coprire la cattedra vacante, nomina il supplente a partire dalla prima fascia delle graduatorie di istituto.


DIVENTARE INSEGNANTE CON LA MESSA A DISPOSIZIONE, UN SOGNO POSSIBILE ANCHE PER TE

Ascolta le storie di Anna Maria, Paolo e Caterina ed inizia anche tu la tua avventura nel mondo della scuola
Video sulla messa a disposizione

RECENSIONI UTENTI valutazione voglioinsegnare

Scopri le esperienze di chi ha già usato il nostro servizio